Italia

italia

Italia (Italiano: Italia [Italja]), ufficialmente Repubblica Italiana (italiana: Repubblica Italiana), è una repubblica parlamentare unitaria in Europa. Situato nel cuore del Mar Mediterraneo, frontiere terrestri azioni Italia Open con la Francia, Svizzera, Austria, Slovenia, San Marino e Città del Vaticano. L’Italia si estende su una superficie di 301,338 km2 (116.347 miglia quadrate) e ha un clima temperato stagionale in gran parte o clima mediterraneo; grazie alla sua forma, si è spesso definito in Italia Lo Stivale (ledwall). Con 61 milioni di abitanti, è la terza più popolosa dello stato membro dell’Unione Europea.

Sin dai tempi classici, antichi Fenici e Greci, Etruschi, Celti e hanno abitato sud, centro e, rispettivamente, a nord della penisola italiana, con i vari popoli italici sparsi in tutta Italia insieme ad altre antiche tribù italiani e greci, cartaginesi, e colonie fenicie. La tribù italica noto come i Latini formò il Regno romana, che alla fine si diffuse in tutta l’Italia, assimilare e conquistando altre civiltà vicine e formando la Repubblica Romana. Roma in ultima analisi, è emerso come il potere dominante, conquistando gran parte del mondo antico e diventare il centro culturale, politico e religioso di primo piano della civiltà occidentale. L’eredità dell’Impero Romano è molto diffuso e può essere osservato nella distribuzione globale del diritto civile, governi repubblicani, il cristianesimo e l’alfabeto latino.

Durante il Medioevo, l’Italia ha subito il collasso socio-politica tra invasioni barbariche calamitosi, ma dal 11 ° secolo, numerosi rivali città-stato e repubbliche marinare salito a grande prosperità attraverso il trasporto, il commercio, e bancario, e anche gettato le basi per il capitalismo. Queste città-stato indipendenti e repubbliche regionali, in qualità di principale porto europeo di entrata per le merci importate asiatici e del Vicino Oriente, spesso goduto di un maggior grado di democrazia rispetto alle monarchie e stati feudali si trovano in tutta l’Europa, al momento, anche se gran parte del centro l’Italia è rimasta sotto il controllo del teocratico Stato Pontificio, mentre Sud Italia rimasto in gran parte feudale, in parte a seguito di una successione di bizantini, arabi, normanni, spagnoli e borbonici conquiste della regione.

italia-3

Il Rinascimento è iniziata in Italia e la diffusione al resto d’Europa, portando un rinnovato interesse per l’umanesimo, la scienza, esplorazione, e l’arte con l’inizio dell’era moderna. cultura italiana fiorì in questo momento, la produzione di famosi studiosi, artisti e polymaths come Leonardo da Vinci, Galileo, Michelangelo e Machiavelli. Esploratori provenienti da Italia, come Marco Polo, Cristoforo Colombo, Amerigo Vespucci e Giovanni da Verrazzano hanno scoperto nuove rotte verso l’Estremo Oriente e il Nuovo Mondo, contribuendo a inaugurare l’età europea di Discovery. Tuttavia, l’importanza in Italia come centro di potere commerciale e politico significativamente scemato con l’apertura delle rotte commerciali dal Nuovo Mondo, in quanto le importazioni del Nuovo Mondo e rotte commerciali sono diventati più influenti in Europa e scavalcato il dell’Asia orientale e rotte commerciali del Mediterraneo che la città italiana -precisi aveva dominato. Inoltre, le città-Stato italiane costantemente impegnati l’un l’altro in una sanguinosa guerra, con questa tensione e la rivalità violenta che si conclude con le guerre italiane del 15 ° e 16 ° secolo, una serie di guerre e invasioni straniere che ha lasciato gli stati italiani vulnerabili all’annessione dalla vicina potenze europee. L’Italia sarebbe rimasta politicamente frammentata e cadere preda di conquista, l’occupazione e dominazione straniera generale dalle potenze europee come la Francia, la Spagna, l’Austria e, successivamente, entrando in un lungo periodo di declino.

Entro la metà del 19 ° secolo, un movimento crescente a sostegno del nazionalismo italiano e indipendenza italiana da portare controllo straniero per un periodo di sconvolgimento politico rivoluzionario noto come il Risorgimento, che ha cercato di realizzare una rinascita di rilievo culturale ed economico Italiano, liberatorio e consolidando la penisola italiana e insulare l’Italia in uno stato-nazione indipendente e unitario. Dopo vari tentativi falliti, le guerre italiane di indipendenza, la spedizione dei Mille e la presa di Roma ha provocato l’eventuale unificazione del paese, ora una grande potenza dopo secoli di dominazione straniera e divisione politica. Dalla fine del 19esimo secolo ai primi anni del 20 ° secolo, il nuovo Regno d’Italia rapidamente industrializzata, soprattutto nel triangolo industriale cosiddetta di Milano, Torino e Genova, nel nord, e ben presto acquisì un piccolo impero coloniale. Tuttavia, le aree meridionali del paese sono rimaste sostanzialmente impoverito e esclusi dalla industrializzazione, alimentando una grande e influente diaspora. Pur essendo uno dei vincitori principale nella prima guerra mondiale, l’Italia entrò in un periodo di crisi economica e disordini sociali, aprendo la strada alla nascita di una dittatura fascista nel 1922. La successiva partecipazione alla seconda guerra mondiale, sul lato dell’Asse conclusa nel militari sconfitta, distruzione economica, e una guerra civile dopo l’ascesa del movimento di resistenza italiana. Negli anni che seguirono, l’Italia ha abolito la monarchia italiana, la democrazia reintegrato, goduto di un boom economico prolungata, e, nonostante i periodi di turbolenze socio-politico (ad esempio Anni di Piombo, Mani pulite, seconda guerra di mafia e Maxi prova), è diventato uno del mondo del nazioni più sviluppate.

italia-2

L’Italia ha il terzo più grande economia della zona euro e l’ottava più grande economia del mondo. Ha un alto livello di sviluppo umano e gode la più alta aspettativa di vita nella UE. L’Italia gioca un ruolo di primo piano negli affari regionali e globali economiche, militari, culturali e diplomatiche, e il paese è allo stesso tempo una potenza regionale e una grande potenza. L’Italia è un fondatore e leader membro dell’Unione europea e il membro di numerose istituzioni internazionali, tra cui l’ONU, la NATO, l’OCSE, l’OSCE, l’OMC, il G7 / G8, G20, l’Unione per il Mediterraneo, il Consiglio di Europa, Uniting for Consensus, e molti altri. Come riflesso della sua grande ricchezza culturale, l’Italia è la patria di 51 World Heritage Sites, la maggior parte nel mondo, ed è uno dei paesi più visitati.

La laguna veneta

laguna

La proprietà Patrimonio Mondiale dell’UNESCO comprende la città di Venezia e della sua laguna situata nella regione Veneto del Nord-est Italia. Fondata nel 5 ° secolo dC e si sviluppa su 118 piccole isole, Venezia divenne una grande potenza marittima nel 10 ° secolo. L’intera città è uno straordinario capolavoro architettonico in cui anche il più piccolo edificio contiene opere di alcuni dei più grandi artisti del mondo, come Giorgione, Tiziano, Tintoretto, Veronese e altri.

In questa laguna che copre 50.000 km², la natura e la storia sono stati strettamente collegati dal 5 ° secolo, quando le popolazioni venete, per sfuggire incursioni barbariche, trovarono rifugio sulle isole sabbiose di Torcello, Jesolo e Malamocco. Questi insediamenti temporanei sono diventati via via permanente e il rifugio iniziale dei contadini e dei pescatori terrestri divenne una potenza marittima. Nel corso dei secoli, durante tutto il periodo di espansione di Venezia, quando è stato costretto a difendere i propri mercati di negoziazione nei confronti delle imprese commerciali degli arabi, genovesi e turchi ottomani, Venezia non ha mai cessato di consolidare la propria posizione nella laguna.

In questo mare interno che è stato continuamente sotto minaccia, sorge in mezzo a un piccolo arcipelago al confine delle onde uno dei più straordinari centri abitati del Medioevo. Da Torcello a nord di Chioggia, a sud, quasi ogni piccola isola aveva il suo insediamento, città, villaggio di pescatori e il villaggio artigianale (Murano). Tuttavia, nel cuore della laguna, Venezia si ergeva come una delle più grandi capitali del mondo medievale. Quando un gruppo di piccole isole sono state consolidate e organizzate in un sistema urbano unico, nulla è rimasto della topografia primitiva ma quello che è diventato canali, come ad esempio il Canale della Giudecca, Canale di San Marco e il Canal Grande, e una rete di piccoli rii che sono il vere e proprie arterie di una città sull’acqua. Le case che si affacciano sui canali sono state progettate e costruite da impresa edile Padova, specializzata in questo tipo di lavori edili.

Venezia e il suo paesaggio laguna è il risultato di un processo dinamico che illustra l’interazione tra le persone e l’ecosistema del loro ambiente naturale nel tempo. interventi umani mostrano elevate competenze tecniche e creative nella realizzazione delle opere idrauliche e architettoniche della zona lagunare. Il patrimonio culturale unico accumulato nella laguna nel corso dei secoli è attestata dal ritrovamento di importanti insediamenti archeologici nella zona di Altino e altri siti sulla terraferma, che erano importanti snodi di comunicazione e commerciali.

Venezia e la sua laguna formano un tutto inscindibile di cui la città di Venezia è il centro storico pulsante e un unico risultato artistico. L’influenza di Venezia sullo sviluppo di architettura e monumentali arti è stato notevole ..

Criterio (i): Venezia è una realizzazione artistica unica. La città è costruita su 118 piccole isole e sembra galleggiare sulle acque della laguna, la composizione di un paesaggio indimenticabile la cui bellezza imponderabile ispirato Canaletto, Guardi, Turner e molti altri pittori. La laguna di Venezia è anche una delle più alte concentrazioni di capolavori del mondo: dal Duomo di Torcello alla chiesa di Santa Maria della Salute.The anni di straordinaria età dell’oro della Repubblica sono rappresentati da monumenti di incomparabile bellezza: San Marco, Palazzo Ducale , San Zanipolo, Scuola di San Marco, Frari e la Scuola di San Rocco, San Giorgio Maggiore, etc.

Criterio (ii): L’influenza di Venezia sullo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali è considerevole; in primo luogo attraverso fondachi o commerciali stazioni della Serenissima, lungo la costa dalmata, in Asia Minore e in Egitto, nelle isole del Mar Ionio, il Peloponneso, Creta, e Cipro, dove i monumenti sono stati costruiti in modo chiaro i seguenti modelli veneziani. Ma quando ha cominciato a perdere il suo potere sui mari, Venezia ha esercitato la sua influenza in un modo molto diverso, grazie alle sue grandi pittori. Bellini e Giorgione, poi Tiziano, Tintoretto, Veronese e Tiepolo completamente cambiato la percezione dello spazio, luce e colore lasciando così un segno decisiva sullo sviluppo della pittura e arti decorative in tutta l’Europa.

Criterio (iii): Con le anomalie di un sito archeologico che respira ancora la vita, Venezia porta testimonianza a se stessa. Questo amante dei mari è un collegamento tra l’Oriente e l’Occidente, tra islam e cristianesimo e vive attraverso migliaia di monumenti e vestigia di un tempo passato.

Criterio (iv): Venezia possiede una serie incomparabile di complessi architettonici che illustrano l’altezza dello splendore della Repubblica. Da grandi monumenti come Piazza San Marco e Piazzetta (la cattedrale, il Palazzo Ducale, Marciana, Museo Correr Procuratie Vecchie), alle residenze più modeste in calli e campi dei suoi sei quarti (Sestieri), compresi gli ospedali Scuole 13 ° secolo e istituzioni caritatevoli o cooperative, Venezia presenta una tipologia completa di architettura medievale, il cui valore esemplare va di pari passo con il carattere eccezionale di un ambiente urbano che doveva adattarsi alle particolari esigenze del sito.

Criterio (v): Nella zona del Mediterraneo, la laguna di Venezia rappresenta un esempio eccezionale di un habitat semi-lacustre che è diventato vulnerabile a causa di irreversibili cambiamenti naturali e climatici. In questo ecosistema coerente dove gli scaffali fangose (alternativamente sopra e sotto il livello dell’acqua) sono importanti quanto le isole, palafitte, villaggi di pescatori e risaie bisogno di essere protetti non meno che i palazzi e le chiese.

Criterio (vi): Venezia simboleggia lotta vittoriosa del popolo contro gli elementi, come sono riusciti a dominare una natura ostile. La città è anche direttamente e tangibilmente associato con la storia del genere umano. La “regina dei mari”, eroicamente arroccato sulle sue piccole isole, ha esteso il suo orizzonte ben oltre la laguna, l’Adriatico e il Mediterraneo. E ‘stato da Venezia che Marco Polo (1254-1324) di cui cerca di Cina, Annam, . Tonchino, Sumatra, l’India e la Persia la sua tomba a San Lorenzo ricorda il ruolo di mercanti veneziani nella scoperta del mondo – dopo gli arabi, ma ben prima che i portoghesi.

Integrità

Per le loro caratteristiche geografiche, la città di Venezia e gli insediamenti lagunari hanno mantenuto la loro integrità originaria del patrimonio costruito, la struttura insediativa e la sua interrelazione nella laguna. I confini della città e altri insediamenti lagunari sono ben circoscritto e delimitato da acqua. Venezia ha mantenuto i suoi confini, le caratteristiche paesaggistiche e le relazioni fisiche e funzionali con l’ambiente lagunare. La struttura e la forma morfologica urbana di Venezia è rimasta sostanzialmente simile a quello la città aveva nel Medioevo e del Rinascimento.

L’integrità mantenuto del layout e la struttura urbana di Venezia attesta quindi al concezione formale e organizzativo dello spazio e le competenze tecniche e creative di una cultura e di civiltà che ha creato valori architettonici eccezionali. Nonostante i diversi stili e stratificazioni storiche, gli edifici e costruzioni sono organicamente fusi in un’unità coerente, mantenendo le caratteristiche fisiche e le loro qualità architettoniche ed estetiche, nonché le loro caratteristiche più tecniche, attraverso un linguaggio architettonico che sia indipendente e coerente con i principi di funzionalità e design della struttura tradizionale urbano di Venezia.

Le trasformazioni si sono verificati negli insediamenti urbani in termini di funzionalità. La città storica ha alterato le sue funzioni urbane a causa della notevole diminuzione della popolazione, il cambiamento di uso di molti edifici, la sostituzione delle attività produttive tradizionali e servizi con altre attività. La pressione eccezionalmente alto turismo sulla città di Venezia ha portato a una trasformazione funzionale parziale, a Venezia e centri storici della Laguna. Questo include trasformazioni funzionali di Venezia e dei centri storici lagunari causati dalla sostituzione delle case dei residenti con alloggio e attività commerciali e servizi alla residenza con attività legate al turismo che mettono in pericolo l’identità e l’integrità culturale e sociale della proprietà.

Questi fattori possono in futuro hanno un grave impatto negativo sull’identità e l’integrità della proprietà e di conseguenza sono le principali priorità all’interno del piano di gestione.

Il fenomeno dell’acqua alta è una minaccia per l’integrità dei valori culturali, ambientali e paesaggistici della proprietà. Il verificarsi di acque alte eccezionali costituisce una grave minaccia per la protezione e l’integrità della laguna di Venezia e degli insediamenti storici. L’aumento della frequenza e livelli di alte maree, oltre al fenomeno del moto ondoso causato da imbarcazioni a motore, è una delle principali cause di deterioramento e danni alle strutture edilizie e aree urbane. Anche se questo fenomeno ha un impatto significativo sulla configurazione di morfologia e del paesaggio della laguna a causa dell’erosione dei fondali e delle saline, non al momento in pericolo l’integrità della proprietà. Queste minacce sono riconosciuti come una priorità nel piano di gestione che comprende un sistema di monitoraggio specifico.

Autenticità

Il patrimonio del Patrimonio storico mondiale hanno sostanzialmente mantenuto il loro carattere originale. La struttura urbana è prevalentemente mantenuto i caratteri formali e spaziali presenti nel Medioevo e del Rinascimento, con alcune aggiunte successive a causa di discariche e bonifiche. I numerosi monumenti e complessi monumentali della città hanno mantenuto il loro carattere e l’autenticità attraverso la conservazione dei loro elementi costitutivi e le loro caratteristiche architettoniche. Allo stesso modo, l’intero sistema urbano ha mantenuto lo stesso layout, modelli di insediamento e l’organizzazione degli spazi aperti dal medioevo e del Rinascimento. Nel restauro strutturale degli edifici, molta attenzione viene data alla applicazione di criteri di conservazione e l’uso e recupero dei materiali nelle loro stratificazioni storiche. La cultura locale ha sviluppato una continuità profonda nell’uso di materiali e tecniche. L’espressione dei autentici valori culturali della proprietà è dato proprio dalla adozione e il riconoscimento dell’efficacia di conservazione e restauro tradizionali pratiche e tecniche.

Gli altri insediamenti lagunari hanno mantenuto un alto livello di autenticità, che continua a manifestarsi nella conservazione del carattere e specificità dei luoghi. I processi storici che sono stati sviluppati nel corso dei secoli e hanno contribuito a modellare il paesaggio lagunare hanno lasciato una forte testimonianza dell’azione del popolo, il cui lavoro è tangibile visibile e riconoscibile nella sua autenticità e sequenze storiche.

Requisiti di protezione e di gestione

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali attraverso i suoi uffici locali (Direzioni Regionali e Soprintendenze) esegue i compiti istituzionali di tutela e conservazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (D.Lgs. 42/2004) .

Uno dei principali strumenti per la protezione della proprietà è l’implementazione della legge 1973 speciale per Venezia, che mira a garantire la tutela del paesaggio, del patrimonio storico, archeologico e artistico della città di Venezia e della sua laguna, assicurando il suo socio sostentamento-economica.

A livello regionale, territoriale e strumenti urbanistici mirano alla promozione e l’attuazione dello sviluppo sostenibile del territorio, con particolare attenzione alla protezione dell’identità culturale e storica degli insediamenti, il paesaggio e le aree di straordinaria bellezza naturale.

piani provinciali che fare con le sinergie tra la conservazione e valorizzazione dell’ambiente e delle attività economiche tradizionali e del turismo, finalizzate alla valorizzazione sostenibile della proprietà, si intersecano questioni rilevanti sia per il patrimonio culturale e dei valori ambientali.

A livello comunale, gli strumenti di pianificazione esistenti garantiscono, in particolare, la ristrutturazione e potenziamento del patrimonio esistente architettonico e infrastrutture, rinnovamento urbano, programmi di edilizia residenziale pubblica, strade. Essi regolano l’azione sul tessuto urbano, assicurando la conservazione delle sue caratteristiche fisiche e tipologiche e la compatibilità di qualsiasi destinazione d’uso.

Altre autorità pubbliche, come Magistrato alle Acque (Magistrato alle Acque), la salvaguardia di Venezia e dell’ecosistema lagunare. La tutela dell’ambiente e del paesaggio è regolato da leggi e regolamenti specifici, in base al quale la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e la sua Laguna supervisiona tutte le opere e gli interventi che possono cambiare il paesaggio della proprietà.

Il piano di gestione per la proprietà del patrimonio mondiale è stato approvato dagli organi responsabili per la protezione e la gestione della proprietà: Regione Veneto, Provincia di Padova, Provincia di Venezia, Comune di Venezia, Comune di Campagna Lupia, comune di Cavallino-Treporti, comune di Chioggia, Comune di Codevigo, comune di Mira, comune di Musile di Piave, Comune di Jesolo, Comune di Quarto D’Altino, Direzione regionale per i Beni culturali e Paesaggistici del Veneto, Soprintendenza per i Beni architettonici e Paesaggistici di Venezia e la sua Laguna, Soprintendenza per i Beni archeologici del Veneto, Soprintendenza patrimonio storico e artistico di Venezia e dei comuni della zona di confine della laguna, Soprintendenza degli archivi del Veneto, Archivio di Stato di Venezia, diocesi di Venezia, Magistrato alle acque di Venezia e Autorità Portuale di Venezia.

Lo sviluppo del Piano di Gestione si è basata su un approccio partecipativo che coinvolge tutti questi organismi responsabili e le organizzazioni locali. Essi sono rappresentati nel comitato direttivo che si riunisce regolarmente, in cui il Comune di Venezia è stato nominato come organismo di coordinamento.

Il piano di gestione contiene molti progetti per la comunicazione e la partecipazione al processo decisionale e per l’attuazione degli obiettivi di tutela e valorizzazione della proprietà. Un piano d’azione specifico si concentra sulla sensibilizzazione, comunicazione, promozione, educazione e formazione al fine di sviluppare una maggiore consapevolezza tra i cittadini sul valore universale eccezionale della proprietà.

I problemi di gestione più urgenti sono legati alle alte maree e barriere mobili, di pressione e di manutenzione delle pratiche tradizionali e tecniche per il restauro del turismo.

Al fine di preservare la laguna e proteggere i suoi insediamenti storici e la città storica di Venezia contro le inondazioni, sono stati elaborati diversi progetti. Questi includono un sistema integrato di opere pubbliche, come ad esempio le dighe mobili (MoSE – Sperimentale Elettromeccanico Module) per isolare temporaneamente la laguna dal mare e alcune misure complementari in grado di ridurre il livello delle maree più frequenti nelle zone più basse sul acqua.

Una strategia di turismo sostenibile è una delle priorità del piano di gestione. Obiettivi strategici e un piano d’azione specifico sono state concordate per alleviare la pressione su di Venezia, offrendo opzioni alternative e complementari al turismo tradizionale, creando una rete tra i comuni della zona di confine della laguna e le altre principali parti interessate che operano all’interno della proprietà. Inoltre, altre iniziative volte a gestire i flussi turistici sono a posto. All’interno del territorio della proprietà ci sono ottime università, istituti nazionali e internazionali di alto livello e centri di ricerca per la conservazione e la tutela del patrimonio artistico e architettonico. Tuttavia, molte pratiche di restauro consolidato, basato su tecniche tradizionali, sono a rischio di scomparire o da applicare non correttamente, l’uso di tecniche e materiali che non sempre corrispondono ai principi e metodi di restauro e per la mancanza di operatori qualificati. Le cause alla base della ridotta efficacia degli interventi di restauro sono gli alti costi della manutenzione urbana e restauro di edifici. Questi problemi sono riconosciuti all’interno del piano di gestione che contiene un piano d’azione specifico e progetti in materia di formazione degli operatori e dei professionisti, la promozione e la diffusione delle buone pratiche di restauro.

Le Dolomiti

dolomiti-2

I nove componenti della proprietà Dolomiti Patrimonio proteggere una serie di paesaggi montani altamente distintivi che sono di eccezionale bellezza naturale. I loro drammatici picchi colorati verticali e pallide in una varietà di forme scultoree distintivo è straordinario in un contesto globale. La struttura contiene anche un importante a livello internazionale combinazione di valori di scienze della terra. La quantità e la concentrazione di altamente varie formazioni calcaree è straordinario in un contesto globale, mentre la geologia superbamente esposte offre uno spaccato della ripresa della vita marina nel periodo Triassico, dopo il più grande evento di estinzione registrata nella storia della vita sulla Terra. I paesaggi sublimi, monumentali e di colorazioni delle Dolomiti hanno sempre attirato una moltitudine di viaggiatori e una storia di interpretazioni scientifiche ed artistiche dei suoi valori.

Criterio (vii): Le Dolomiti sono ampiamente considerato come tra i più attraenti paesaggi montani del mondo. La loro bellezza intrinseca deriva da una serie di spettacolari forme verticali come pinnacoli, guglie e torri, con contrasto di superfici orizzontali, compresi i cornicioni, balze e altipiani, i quali si innalzano bruscamente sopra estesi depositi astragalo e colline più dolci. Una grande varietà di colori è fornita dai contrasti tra le superfici nude pallido color roccia e le foreste e prati sottostanti. L’aumento montagne come cime di gole che intervengono, in alcuni posti in piedi isolato ma in altri la formazione di panorami mozzafiato. Alcune delle scogliere di roccia qui salga di oltre 1.500 metri e sono tra le più alte pareti di calcare presenti in qualsiasi parte del mondo. Il paesaggio caratteristico delle Dolomiti è diventato l’archetipo di un “paesaggio dolomitico”. pionieri geologo sono stati i primi ad essere catturati dalla bellezza delle montagne, e la loro scrittura e successiva pittura e fotografia sottolineano ulteriormente l’estetica della proprietà.

Criterio (viii): Le Dolomiti sono di rilevanza internazionale per la geomorfologia, come il sito classico per lo sviluppo della montagna in calcare dolomitico. L’area presenta una vasta gamma di morfologie legate all’erosione, tettonica e glaciazione. La quantità e la concentrazione di estremamente varie formazioni calcaree è straordinario in un contesto globale, tra cui cime, torri, pinnacoli e alcune delle più alte pareti di roccia verticali in tutto il mondo. I valori geologici sono anche di rilevanza internazionale, in particolare la prova di piattaforme carbonatiche del Mesozoico, o “atolli fossilizzati”, in particolare in termini di prove che forniscono l’evoluzione delle bio-costruttori dopo il confine Permiano / Triassico, e la conservazione della le relazioni tra le scogliere hanno costruiti e loro bacini circostanti. Le Dolomiti comprende anche diverse sezioni tipo di importanza internazionale per la stratigrafia del Triassico. I valori scientifici della struttura sono supportati anche dalle prove di una lunga storia di studi e il riconoscimento a livello internazionale. Nel loro insieme, la combinazione di valori geomorfologici e geologici crea una proprietà di rilevanza mondiale.

dolomiti

Integrità

I nove componenti che compongono la struttura includono tutti i settori che sono essenziali per il mantenimento della bellezza della proprietà e di tutti o la maggior parte degli elementi chiave interconnessi e interdipendenti scienze della terra nelle loro relazioni naturali. La proprietà comprende parti di un parco nazionale, numerosi parchi naturali provinciali e siti Natura 2000, e un monumento naturale. zone cuscinetto sono state definite per ciascun componente per contribuire a proteggerlo dalle minacce provenienti da fuori dei suoi confini. I paesaggi naturali e processi che sono essenziali per mantenere i valori e l’integrità della proprietà sono in un buono stato di conservazione e in gran parte influenzato dallo sviluppo.

requisiti di gestione e protezione

Come una proprietà di serie, le Dolomiti richiedono un inter-provinciale disposizione risorse adeguate, di governance che garantisce tutte le cinque province con il territorio nella proprietà sono tenuti insieme all’interno di un sistema comune di gestione, e con una strategia concordata gestione comune e un quadro di monitoraggio e reporting per la struttura nel suo complesso. sono inoltre tenuti politiche e programmi comuni per la gestione di uso pubblico e la presentazione della proprietà per la proprietà e le sue zone cuscinetto. L’immobile necessita di una protezione dalle pressioni del turismo e delle relative infrastrutture. Ognuno dei componenti della proprietà seriale richiede un proprio piano di gestione individuale, fornendo non solo per la protezione e la gestione dell’uso del territorio, ma anche la regolamentazione e la gestione delle attività umane per mantenere i suoi valori, ed in particolare per preservare le qualità di i suoi paesaggi e dei processi naturali, comprese le zone estese che hanno ancora il carattere selvaggio. Le aree che sono soggette a più visita intensiva devono essere gestite per garantire il numero di visitatori e le attività rientrano nella capacità della proprietà in relazione alla tutela di entrambi i suoi valori e l’esperienza dei visitatori alla proprietà. risorse e personale sufficienti, e il coordinamento tra le squadre del personale nelle diverse componenti della struttura sono inoltre essenziali.

Recensione honor 8

honor8
Onore ha avuto alcune offerte economiche molto interessanti in passato, ma nessuno di loro si sono distinti abbastanza come l’anno scorso Honor 7 (Review). E ‘stato un telefono ben fatto con buone prestazioni su tutta la linea, tranne che nel reparto della batteria.

Un anno dopo, l’azienda ha lanciato un successore chiamato Honor 8. A differenza del suo predecessore, però, il nuovo modello si posiziona nel segmento degli smartphone di fascia media superiore, che mette nel mirino della OnePlus 3 (Review) e l’Asus ZenFone 3 (ZE553KL) (Review), entrambi i quali hanno dimostrato di essere una ottima scelta.

Il OnePlus 3 è stata la nostra raccomandazione di fatto intorno a questo segmento di prezzo per un po ‘di tempo, ma può il cambiamento Onore 8 che? Più di ticchettio scatole specifiche, cosa offre il genere di buona esperienza che si è guadagnato gli altri due come elogi?

Onora 8 progettazione e costruzione
Onore ha revisionato il suo design completamente, e il nuovo modello sembra sorprendente. Ci sono elementi del 2016 una serie estetica di Samsung qui con un telaio metallico inserito tra due lastre di vetro curvato. Rende l’aspetto Onore 8 incredibilmente premio, ma come un effetto collaterale, le impronte digitali sono un incubo. E ‘anche abbastanza scivoloso e lo fa scivolare via la maggior parte delle superfici, se non stai attento.

Il display misura 5,2 pollici in diagonale, e grazie alla risoluzione full-HD, il testo è tagliente come un rasoio. Onore ha utilizzato un pannello di buona qualità qui, come i colori sono incisivi, angoli di visuale sono buoni, e la luce del sole la leggibilità è anche forte. È possibile regolare la temperatura di colore e attivare un filtro luce blu dal l’applicazione Impostazioni. Ci sono anche confini molto sottili su entrambi i lati del display che rende il telefono molto maneggevole per uso con una sola mano. A 153g, è anche abbastanza leggero.

posizionamento Button è ergonomico con un buon feedback tattile. C’è un LED ben nascosta nella griglia auricolare notifica; un emettitore a infrarossi sulla parte superiore; una porta USB di tipo C sul fondo (USB 2.0 velocità); e un vassoio SIM e microSD card (fino a 128 GB) sulla sinistra. Anche se lo slot SIM dispone di un ritaglio fisico per un secondo Nano-SIM, il telefono non lo riconoscerà.

Intorno alla parte posteriore, abbiamo la doppia fotocamera, sensore autofocus a laser, e flash a doppio LED-tono. Il sensore di impronte digitali sotto è molto sensibile e sblocca il telefono rapidamente. È inoltre possibile utilizzarlo per bloccare le applicazioni, accedere ai file nascosti, e di eseguire gesti come rispondere a una chiamata, prendendo un selfie, o addirittura tirando giù l’ombra notifiche. Onore prende questo un ulteriore passo avanti e ha posto il sensore su un pulsante fisico che chiama chiave Smart. A seconda del tipo di stampa (singola, doppia o lungo), è possibile attivare diverse funzioni quali la registrazione vocale, attivare o disattivare la torcia, prendendo uno screenshot o semplicemente lanciare un app.

L’onore 8 viene fornito con un caricabatterie da 18W, cavo dati, strumento di espulsione SIM, e fogli di istruzione. Ci manca un auricolare qui, ma il resto degli accessori sono costruiti bene e dovrebbe durare. Per il lancio del prodotto ha effettuato una consulenza la migliore agenzia di web marketing a padova, seo padova.

Onora 8 Specifiche e caratteristiche
Onore è andata con Huawei di silicio in-house per la CPU. La Kirin 950 octa-core SoC è una bestia di un interprete per le applicazioni anche esigenti. Abbiamo ottenuto 92,353 punti in AnTuTu, 41fps in GFXbench, e 18.083 in 3DMark Ice Storm illimitato. Questi numeri sono ancora ben dietro quelle di un telefono cellulare alimentato Snapdragon 820, ma per l’uso nel mondo reale, sarebbe difficile capire la differenza.

L’Onore 8 dispone anche di 4 GB di RAM, 32GB di storage, dual-band Wi-Fi b / g / n / AC, Bluetooth 4.2, USB OTG, e NFC. L’unica cosa che manca è la radio FM, che potrebbe essere un problema per alcuni. L’Onore 8 supporta 4G LTE per le bande FDD e TDD. VOLTE non è attualmente supportato in India, ma la società dice che deve essere attivato da un aggiornamento software in futuro.

Uno dei punti forti del telefono è forcella personalizzato di Honor di Android Marshmallow chiamato UI Emotion o EMUI. L’ultima versione (4.1) conserva caratteristiche come Ora-on-Tap da Android, ma aggiunge anche una serie di nuove personalizzazioni. Si tratta di una singola interfaccia strati con le proprie icone, applicazione Impostazioni, e le notifiche ombra. Il layout dei pulsanti su schermo può essere modificato, se necessario, che è sempre bello.

Collegamento + nella sezione ‘Wireless e rete’ offre miglioramenti per migliorare la ricezione del segnale durante gli spostamenti; connessioni più rapide alle reti in roaming; consentendo aggiornamenti automatici; e Wi-Fi +, che commuta automaticamente tra Wi-Fi e dati mobili. Detto questo, è difficile verificare in realtà come effettivamente funziona realmente ciascuna di queste caratteristiche, quindi avrai bisogno di prendere la parola di Honor sull’argomento.

EMUI confezioni anche in diverse azioni basato su gesti e le funzioni di controllo vocale che si trovano in ‘Smart assistenza’ in Impostazioni. modalità Single-handed può essere impegnata per la tastiera o l’intero display con un colpo rapido a destra sui tasti di navigazione; e controllo vocale permette di chiedere l’onore “Dove sei” e il telefono squillerà, vibrare, e lampeggiano i LED per aiutarvi a trovarlo. È anche possibile chiamare altre persone, ma questo è l’estensione del controllo vocale. Funziona decentemente bene e ha riconosciuto i nostri comandi maggior parte del tempo.

C’è anche un altro gesto chiamato Knuckle Sense, che permette di prendere uno screenshot o avviare una registrazione dello schermo da entrambe disegnando un cerchio o bussare lo schermo con le nocche, che abbiamo trovato piuttosto ingannevole. Toccando il display con le nocche opere ma abbiamo trovato difficile da disegnare quel cerchio come abbiamo bisogno di applicare un sacco di pressione. Poi, c’è galleggiante Dock per i collegamenti alle azioni comuni, che è simile alla palla veloce di MIUI.

L’Honor 8 non è gravato da un numero eccessivo di applicazioni preinstallate. Hai suite di app di Google; Smart Controller, che funziona bene per le funzioni di base con apparecchi a infrarossi; e Phone Manager per la manutenzione del sistema, gestire le chiamate e bloccato i permessi per le applicazioni.

Onore 8 prestazioni e la durata della batteria
L’Onore 8 assi lavori più banali e facilmente gestisce il multitasking. Giochi Anche esigenti visivamente come Mortal Kombat X funzionano senza intoppi. Non abbiamo affrontare eventuali problemi di riscaldamento, anche durante il gioco, ma la nostra unità di revisione ha avuto un bug che ha reso il telefono bollente ogni volta che abbiamo licenziato la fotocamera. Onore ci dice che è più probabile un incidente isolato dal momento che la nostra era una unità di pre-produzione, e che i dispositivi di vendita al dettaglio dovrebbe funzionare normalmente.

I migliori chef

PICEDITOR-SMH

Non è il cibo la seconda cosa migliore del mondo? Se sei sicuro che sia la prima, lasciate che vi ricordi c’è una cosa chiamata mangiare troppo. Prelibatezze da tutto il mondo sono beatitudine, e reso dalla mano più scaltro dei migliori chef provenienti da tutto il mondo, sono a dir poco di estasi. Quando si parla di cibo, che spesso ci manca fuori a dare credito a sono gli chef che preparano le prelibatezze che sono sufficienti per essere in grado di dare orgasmi culinarie a persone provenienti da tutto il mondo. Sapete chi cotto la torta di stagione che si assapora a Victoria Jungfrau? Mai preso il dolore per ringraziare lo chef. Avete? Ecco i 10 migliori chef provenienti da tutto il mondo che saziare il vostro pancia con prelibatezze e raramente ottenere apprezzato per questo. Essi cucinare meglio di mamma fa (che potrebbe essere troppo inverosimile). Ma poi, si dovrebbe sapere delle 10 persone in tutto il mondo si sarebbe mai andare state ritirate fame o chi si deve evitare quando su una dieta.


10. Anthony Bourdain

Quindi, per iniziare con la città che serve il maggior numero di cucine internazionali nel mondo, Brasserie Les Halles di New York ha una benedizione come executive chef in forma di Anthony Bourdain. Quest’uomo americano non è solo uno chef, ma anche uno scrittore di fiction e non-fiction. Va bene quindi posso dire solo le persone creative fanno buoni cuochi. Come sono molto creativi seo verona , una grande agenzia seo di verona. Come vorrei che ‘tutte le persone creative fatte ottimi chef e io ero troppo creativo.’ Bourdain iniziato 2 decenni indietro come una lavastoviglie e il suo progresso ad essere una linea cuoco, un aiuto cuoco e, infine, un cuoco è stata graduale. Lo scrittore del libro “Kitchen Confidential: Avventure nel Culinary Underbelly”, quest’uomo ha una passione per il cibo. Da che ospita la cucina dimostra di avere il proprio blog- ha esplorato ogni cibo traguardo potrebbe mai raggiungere e così lui è uno dei migliori al mondo.

9. Heston Blumenthal

Heston Blumenthal Marc, lo chef inglese ha al suo attivo la difesa di importanza della conoscenza scientifica in cucina. Un po ‘di sforzi sono stati necessari per la sua di stabilire la sua presenza come un celebre chef e proprietario di diversi ristoranti. The Fat Duck è uno dei suoi più famosi ristoranti che gli è valso non solo 3 stelle Michelin (solo? Essi non possono mai essere solo 3 stelle Michelin), ma anche è stato votato come uno dei migliori in 50 migliori ristoranti del mondo nel 2006. Se per non altro, che merita di essere applaudito per la sua teoria di cucina multi-sensoriale, forse l’unico chef della lista che è appassionato di teoria della cucina come egli è per il cibo.

8. Julia Child

Si dice che le donne cucinare meglio, la lista ha sfidato il mito fino a Julia Child è accaduto. Questa signora dinamica è stato responsabile per l’introduzione di pubblico americano per la cucina francese con il suo lavoro eccezionale nella forma del suo libro “Mastering the Art of Cooking francese” e la sua successiva show televisivo “The Chef francese”. Nel momento in cui gli chef erano poco conosciuti e commensali erano più popolare di posti cenare con stile, ha costruito una posizione di suo come un cuoco americano che piacque il palato di persone fino alla sua morte nel 2004. Forse l’unico chef che non ha mai associato la sua passione e l’amore per la cucina ai soli aspetti commerciali. Questa signora sicuro che è stata una rivoluzione nella storia della cucina francese in America.


7. Thomas Keller

Chi ha detto che nulla viene a voi naturalmente? Cucina deliziosi piatti sontuosi fatto a lui. Questo ristoratore e americani lo chef non ha alcuna formazione in cucina ed è stata un’esperienza che era la sua migliore insegnante. Lui è il proprietario del French Laundry nella Napa Valley e ha ricevuto il premio per il ‘Miglior Chef californiana’ nel 1997 per il suo lavoro esemplare come chef. Dopo essere stato assegnato a tre stelle per i suoi ristoranti di per sé e French Laundry nella guida Michelin inaugurale per New York, è cresciuto solo per compiacere il palato più ogni anno. Si potrebbe desiderare di mettere le mani su uno dei suoi libri di cucina. Non è vero


6. Charlie Trotter

Majors in Scienze Politiche possono fare buoni cuochi troppo, in realtà uno dei migliori al mondo. Non mi credete? Il fondatore della show cooking ‘The Masterchef’, ristoratore, chef e autore – Charlie Trotter ha sfidato le convenzioni, quando ha scoperto la sua passione per il cibo. Da quando non c’era guardare indietro. Con 14 libri di cucina e 3 libri di gestione è uno degli autori più celebri che sono chef. Associato a Charlie Trotter culinaria Organizzazione Istruzione, questo uomo crede che il cibo non è passione, è amore- e tutti meritano un po ‘. Nessuna meraviglia che è stato assegnato il Humanitarian of the Year da IACP nel 2005.


5. Emeril Lagasse

 

Un francese Portoghese- americano ristoratore con molti ristoranti svolte negli Stati Uniti, Emeril Lagasse ha un’influenza mondo non solo nella sua linea di sangue, ma anche la sua cucina. Questo multitasking è stato un destinatario del premio James Beard ed è meglio celebre per il suo stile di cucina creola e cajun. E chi ha detto che i cuochi non sono ben pagati. cibo Emeril Lagasse guadagna circa 150 milioni di $ l’anno. Questo è enorme, ma gli chef ancora non guadagnano. Fanno?

4. Paul Bucose

Se in Francia, mangiare come i francesi e che non avevo mai voglia di mangiare altrimenti mai più. E se si ha la possibilità di mangiare la preparazione del padre di arte culinaria in Francia-Paul Bucose, si preferisce non mangiare qualsiasi altra preparazione francese ancora una volta solo per assaporare il gusto impartito alle prelibatezze da parte della leggenda. Un ambasciatore della cucina francese, è stato uno dei nomi più popolari associati alla Nouvelle Cuisine. Non era solo il re della cucina, ma anche un creatore di re di sorta perché addestrato i suoi studenti a diventare migliori chef di tutto il mondo. Con lo chef del secolo premi e la leadership che adornano il suo nome, questa leggenda sarà meglio essere ricordato dal cibo ha servito e le papille gustative che assaporare il gusto fino a data.


3. Wolfgang Puck

Questo chef austriaco piace giocare esso mistica e quindi non si può davvero essere sicuri di cui cucina stai mangiando per il gusto di esso. Wolfgang Puck si è evoluto come americano cottura successo incorporando elementi di tecniche francesi, asiatici e californiani e anche altri ingredienti di alta qualità provenienti da cucine di tutto il mondo. Addestrato fin dall’infanzia con la cottura con la madre, Wolfgang Puck crebbe fino a essere considerato come lo chef che la merita ben di più al mondo. Invidioso tanto? Anche a me. Ma lavorare duro come lui, essere un libro di cucina scrittore, ristoratore, uomo d’affari e ottenere il vostro ristorante descritto come uno dei top 40 nel fuori degli USA, che ci si guadagna più di tanto anche. Ha ricevuto il ristoratori ufficiali per Academy Awards Governatore palla troppo. Solo dicendo.

2. Marco Pierre White

Questa britannico Celebrity Chef si è ritagliato la sua posizione come il padrino della moderna cucina facendo ampio contributo alla cucina contemporanea internazionale. Anche il primo chef celebrità, Bianco ha fatto un marchio per essere il più giovane ad aver ricevuto 3 stelle Michelin da quando aveva 33. Sai cosa lo contraddistingue? Egli credeva che la condivisione è come si guadagna e, quindi, si è allenato del calibro di Gordon Ramsay e Curtis Stone, che lo lodo per il suo temperamento. Alcuni ammirazione lì, se solo le sue cucine era stato più accessibile. Non importa

1. Gordon James Ramsay

Questo lo chef scozzese di alto profilo è più celebre nel settore culinario. non si dice sempre che uno studente devoto valeva un centinaio di insegnanti? Dal suo desiderio eterno di essere un calciatore, il destino programmato in modo diverso per questo mago culinaria che hanno fatto ricorso ad essere un cuoco dopo essere stato ferito durante il calcio. L’unico chef nel Regno Unito dopo aver ricevuto 10 Stelle Michelin (ora 14), l’uomo svolge l’armonia nel suo cibo. Egli trascende cucine per presentare le più sontuose prelibatezze per i suoi clienti. Con apparizioni in televisione in ‘cucina dell’inferno’, ‘di Ramsay Kitchen Nightmare’ e Masterchef USA, questo uomo ha affermato la sua terra come mentore Marco Pierre White. Ha cucinato il suo cammino verso la cima di questa lista. Allora, cosa bolle in pentola adesso? Certo è qualcosa di delizioso. (Oh bene, avrei dovuto cibo- corrotto per questo nome qui, la prossima volta forse?)

Igloo

igloo

Come costruire un Igloo

Anche se alcuni Inuit usano ancora igloo per alloggi temporanei, essi sono molto meno comune di quanto non fossero solo pochi decenni fa. Tuttavia, molti sciatori e appassionati di outdoor costruiscono loro di evitare gli elementi durante il campeggio e sci viaggi. Gli Inuit progettato il igloo per essere caldo, robusto e facile da costruire. Tutto ciò che serve è un paio di strumenti semplici, l’abbondanza di neve e un po ‘di pazienza. Il costruttore igloo esperto può mettere insieme uno in meno di un’ora. costruttori igloo debuttante possono aspettarsi di prendere una media di tre a sei ore.

Costruire un igloo di solito richiede almeno due persone. Si prega di notare che questa è una descrizione molto di base di come un igloo può essere costruito e non deve prendere il posto di istruzioni da un esperto costruttore. Non andare alla cima di una montagna con nient’altro che una stampa di queste istruzioni!

Strumenti da non perdere:

sega neve o grosso coltello
pala da neve o neve vanga
Un paio di paia di guanti impermeabili

Trova una zona con un sacco di asciutto, neve dura. Utilizzare la sega neve o coltello per tagliare grandi blocchi – il più difficile la neve è, più solidi i blocchi di neve saranno. I suoi blocchi di neve dovrebbe essere di circa 3 piedi, 15 pollici ad alta e 8 pollici di profondità, secondo “The Complete Guide Wilderness formazione.”

taglio di blocchi igloo

Smussare i bordi dei blocchi. Metterli in un cerchio, lavoro il vostro senso. I blocchi dovrebbero diminuire di dimensioni, come si lavora verso l’alto. Utilizzando la pala o sega, tagliare un buco sotto il muro per creare l’ingresso del igloo.

la costruzione di un igloo

Sovrapporre i blocchi e li forma ad appoggiarsi verso l’interno, creando la cupola. I blocchi devono sostenere a vicenda per impedire la cupola collasso. Se necessario, utilizzare un bastone o altro supporto interno per supportare i blocchi in alto fino alla cupola è finito.

la costruzione di un igloo

Una volta che tutti i blocchi tranne l’ultimo sono stati posti, trovare un blocco che è un po ‘troppo grande per l’ultima apertura sulla parte superiore. Posizionarlo sopra della igloo e muovere in posizione, modellatura come necessario. Dovrebbe essere modellato per adattarsi esattamente nell’apertura.

la costruzione di un igloo

Spalare neve a debole coesione sul igloo. Confezione in tutte le fessure. Smooth all’interno del igloo mano e pala qualsiasi neve supplementare.

la costruzione di un igloo

Termina l’ingresso scavando un buco a forma di ingresso desiderata (alcuni aficionados igloo preferiscono ingressi a forma di L, perché mantenere il vento fuori meglio). Poi coprire il foro con blocchi di neve.

la costruzione di un igloo

È necessario tagliare i fori di ventilazione nelle pareti e tetto per evitare il soffocamento. fori dell’aria evitano anche il calore corporeo provochi livelli pericolosi di anidride carbonica.

la costruzione di un igloo

Se si desidera aggiornare il vostro igloo, considerare l’aggiunta di questi servizi:

Una piccola stufa: Sì, è possibile cucinare all’interno di un igloo. L’uso eccessivo di una stufa può costruire il monossido di carbonio a livelli pericolosi, ma i vostri buchi d’aria dovrebbero evitare questo.
spazio per la testa Extra: Alcuni costruttori igloo raccomandano scavare la terra giù un po ‘per consentire più spazio.
Una piattaforma di sonno: è possibile soppalco letto con alcuni blocchi in più di neve. Dal momento che l’aria calda sale, potrai godere di un po ‘di calore in più in quel modo.

Prova Maserati granturismo

masera

Non ci sono molte macchine che sono come emotivo come la Maserati GranTurismo. L’aspetto splendido e motori Ferrari V8 da brivido sono abbastanza per perdonare tutto ciò che la Maserati potrebbe fare male. Non che lo fa più di tanto sbagliato in ogni caso – l’interno è un po ‘di confusione e il risparmio di carburante è doloroso, ma in ogni altro modo la GranTurismo è fantastico. Nonostante la sua kerbweight pesante, ci si sente proprio come agile come una vettura sportiva ed è blisteringly veloce in linea retta. E per coloro che vogliono prendere il loro Maserati in pista c’è il più mirato MC Stradale con il suo peso leggero e il telaio sportivo configurare.

La nostra scelta: GranTurismo Sport
Motori, prestazioni e unità
4.3

Ci sono due motori della gamma GranTurismo: un V8 4.2 litri nello standard GranTurismo o un V8 da 4,7 litri nei modelli S, sport e MC Stradale. Noi consigliamo una qualsiasi di queste ultime tre a causa della performance incredibili e rombo scoppiettante dalle scarichi, che è particolarmente rauco con la MC Stradale. Con 453bhp, può lanciare la GranTurismo da 0-62mph in 4.6 secondi e si sente incredibilmente flessibile alle basse velocità, anche. sterzata rapida e una sospensione finemente sintonizzato impostare significare la GranTurismo è estremamente capace nelle curve. E ‘sorprendentemente confortevole nell’uso quotidiano, anche. La MC Stradale è il modello di gestione più nitide grazie al suo peso 100kg sempre più in basso sospensioni più rigide e ammortizzatori a tasso fisso. Eppure gestisce questo senza alcuna apparente perdita di comfort. E in modalità manuale la singola scatola del cambio di turno di pagaia frizione può scambiare ingranaggi più velocemente di quanto si può lampeggiare mentre i freni in carbonio ceramico di serie sono svanire senza potere di arresto. Peccato che può sentire un po ‘grabby alle velocità più basse, mentre il cambio è un po’ a scatti in modalità automatica.
MPG, i costi di CO2 e funzionante
2.2

maser

Un motore V8 aspirato e un kerbweight pesante è una ricetta per costi di gestione paralizzanti. I modelli V8 da 4,7 litri tutto gestiscono circa 17mpg ed emissioni di CO2 sono circa il più in alto si trovano, a 387g / km. Il modello da 4.2 litri è leggermente migliore, con una figura di 19.7mpg. Entrambi sono nella fascia tassa di strada superiore e sarà estremamente costoso per assicurare.
Interni, design e tecnologia
4.5

www.topelettricista.padova.it

La GranTurismo è ampiamente considerato come una delle vetture più alla ricerca sulla strada. Disegnata da Pininfarina, la GranTurismo fonde insieme linee eleganti e tocchi di supercar minacciosi perfettamente. Si fa un grande lavoro di nascondere le sue dimensioni, troppo, facendo sembrare molto più compatto e leggero di quanto non sia in realtà – dopo tutto questo è una macchina che pesa quasi due tonnellate. La MC Stradale assume un aspetto più minaccioso con i suoi nuovi paraurti anteriore e posteriore, caratteristiche extra aerodinamiche per migliorare la deportanza, in fibra di carbonio cofano e leghe da 20 pollici. All’interno della GranTurismo è incredibilmente lussuoso, con pellami pregiati e boschi che coprono quasi tutte le superfici, mentre la MC Stradale presenta elementi in fibra di carbonio e Alcantara. Sta cominciando a sembrare un po ‘datato, però, con un pasticcio di pulsanti sul cruscotto, mentre la qualità costruttiva non è buono come la nuova Quattroporte.
Praticità, comfort e spazio bagagliaio
3.8

La GranTurismo può legittimamente pretendere di essere una quattro posti piuttosto che solo una 2 + 2, come i sedili posteriori sono abbastanza spaziose per adattarsi adulti alti. L’avvio è un po ‘stretto, però, che offre solo 260 litri. Questo significa che se si sta portando quattro persone, probabilmente è meglio se non lo fanno ogni portare un sacchetto.
Affidabilità e sicurezza

mas

Maserati non ha avuto la miglior fortuna con l’affidabilità, ma da quando la Ferrari ha assunto, le cose sono migliorate notevolmente. Entrambi i motori sono stati in vendita nella GranTurismo e GranCabrio ormai da anni e hanno dimostrato di essere molto affidabile. Non è stato crash test Euro NCAP, ma sei airbag sono di serie e una miriade di sistemi elettronici sono montati per aiutare a mantenere al sicuro.

Storia di Berlino

berlino1

Il muro di Berlino: la suddivisione di Berlino

Come la seconda guerra mondiale si è conclusa nel 1945, un paio di conferenze di pace alleate a Yalta e Potsdam determinato il destino dei territori della Germania. Si dividono la nazione sconfitta in quattro “zone alleate di occupazione”: la parte orientale del paese è andato in Unione Sovietica, mentre la parte occidentale è andato negli Stati Uniti, Gran Bretagna e (eventualmente) la Francia.
Lo sapevate?

Il 22 ottobre 1961, una lite tra una guardia di frontiera tedesco-orientale e da un funzionario americano per la sua strada per l’opera di Berlino Est quasi portato a quello che un osservatore ha definito “un nucleare-età equivalente del selvaggio West Showdown all’OK Corral “. Quel giorno, carri armati americani e sovietici hanno affrontato fuori al Checkpoint Charlie per 16 ore. Fotografie del confronto sono alcune delle immagini più familiari e memorabili della guerra fredda.

Anche se Berlino è stato situato interamente all’interno della parte sovietica del paese (se ne stava a circa 100 miglia dal confine tra le zone di occupazione orientale e occidentale), gli accordi di Yalta e Potsdam dividere la città in settori affini. I sovietici hanno preso la parte orientale, mentre gli altri alleati hanno preso il western. Questo quattro vie occupazione di Berlino è iniziata nel giugno del 1945.

berlino1


Il muro di Berlino: blocco e crisi

L’esistenza di Berlino Ovest, una città vistosamente capitalista nel profondo Germania Est comunista, “attaccato come un osso in gola sovietica”, come leader sovietico Nikita Khrushchev metterlo. I russi hanno cominciato le manovre per guidare gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia fuori dalla città per il bene. Nel 1948, un blocco sovietico di Berlino Ovest mirato a morire di fame gli alleati occidentali fuori città. Invece di ritirarsi, tuttavia, gli Stati Uniti ei loro alleati forniti loro settori della città dall’aria. Questo è potuto avvenire anche grazie al rifacimento delle tubature di tutta la città da parte di idraulico padova.

Questo sforzo, noto come il ponte aereo di Berlino, è durato per più di un anno e consegnato più di 2,3 milioni di tonnellate di cibo, carburante e altri beni a Berlino Ovest. I sovietici chiamato fuori il blocco nel 1949.

Dopo un decennio di relativa calma, tensioni svasati di nuovo nel 1958. Per i prossimi tre anni, i sovietici-incoraggiati dal successo del lancio del satellite Sputnik l’anno prima e imbarazzato dal flusso apparentemente infinito di rifugiati da est a ovest (quasi 3 milioni a partire dalla fine del blocco, molti dei quali giovani lavoratori qualificati come medici, insegnanti e ingegneri) -blustered e fatto minacce, mentre gli alleati resistettero. Vertici, conferenze e altri negoziati andavano e venivano senza risoluzione. Nel frattempo, il flusso di rifugiati ha continuato. Nel mese di giugno 1961 circa 19.000 persone hanno lasciato la RDT attraverso Berlino. Il mese successivo, 30.000 sono fuggiti. Nei primi 11 giorni del mese di agosto, 16.000 tedeschi dell’est hanno attraversato il confine con Berlino Ovest, e il 12 agosto circa 2.400 seguita-il maggior numero di disertori mai a lasciare la Germania Est in un solo giorno.
Il muro di Berlino: la costruzione del muro

Quella notte, Premier Khrushchev ha dato il permesso del governo della Germania Est per fermare il flusso di emigranti chiudendo la sua frontiera per il bene. In appena due settimane, l’esercito, forze di polizia e la costruzione dei volontari della Germania Est lavoratori avevano completato un filo spinato di fortuna e muro-blocco di cemento a parete che divide Berlino una parte della città dall’altra.

Prima che il muro è stato costruito, berlinesi su entrambi i lati della città potrebbe muoversi abbastanza liberamente: Hanno attraversato il confine Est-Ovest a lavorare, fare shopping, andare a teatro e al cinema. I treni e le linee della metropolitana trasportati i passeggeri avanti e indietro. Dopo che il muro è stato costruito, è diventato impossibile per arrivare da Est a Berlino Ovest se non attraverso uno dei tre posti di blocco: a Helmstedt ( “Checkpoint Alpha” nel gergo militare americana), a Dreilinden ( “Checkpoint Bravo”) e nel centro di Berlino a Friedrichstrasse ( “Checkpoint Charlie”). (Alla fine, la DDR costruito 12 posti di blocco lungo la parete). A ciascuno dei posti di blocco, soldati tedeschi orientali proiettati diplomatici e altri funzionari prima di essere stati autorizzati a entrare o uscire. Tranne che in circostanze speciali, i viaggiatori provenienti da Berlino Est e Ovest sono stati raramente permesso di là del confine.
Il muro di Berlino: 1961-1989

La costruzione del muro di Berlino ha fatto fermare il flusso di rifugiati da est a ovest, e lo ha fatto disinnescare la crisi sopra Berlino. (Anche se lui non era felice a questo proposito, il presidente Kennedy ha ammesso che “un muro è un inferno di molto meglio di una guerra”.) Nel corso del tempo, i funzionari tedeschi orientali sostituito il muro improvvisato con uno che era più robusto e più difficile da scala. A 12-piede-alto, di massa a livello di 4 piedi di cemento armato è stato superato con un enorme tubo che ha fatto scavalcando quasi impossibile. Dietro il muro sul lato della Germania Est era una cosiddetta “striscia della morte”: un guanto di sabbia soffice (per mostrare impronte), proiettori, cani feroci, trip-wire mitragliatrici e pattugliamento soldati con l’ordine di sparare fuggitivi a vista.

In tutto, almeno 171 persone sono state uccise cercando di sopra, sotto o intorno al muro di Berlino. Fuga dalla Germania Est non era impossibile, però: Dal 1961 fino a quando il muro è caduto nel 1989, più di 5.000 tedeschi dell’est (tra cui circa 600 guardie di frontiera) sono riusciti ad attraversare il confine saltando dalle finestre adiacenti alla parete, scavalcando il filo spinato, volando in mongolfiere, strisciando attraverso le fogne e la guida attraverso le parti non fortificati della parete ad alta velocità.
Il muro di Berlino: la caduta del muro

Il 9 novembre, 1989, la guerra fredda ha cominciato a sciogliersi in tutta l’Europa orientale, il portavoce del partito comunista Berlino Est ha annunciato un cambiamento nelle relazioni della sua città con l’Occidente. A partire dalla mezzanotte di quel giorno, ha detto, i cittadini della DDR erano liberi di attraversare i confini del paese. Oriente e Occidente berlinesi accorsi al muro, bevendo birra e champagne e cantando “Tor auf!” ( “Apri la porta!”). A mezzanotte, hanno allagati tramite i posti di blocco.

Più di 2 milioni di persone provenienti da Berlino Est hanno visitato Berlino Ovest quel fine settimana per partecipare a una festa che era, un giornalista ha scritto, “la più grande festa di strada nella storia del mondo.” La gente martelli utilizzati e raccoglie a bussare via pezzi di muro -sono divenne noto come “mauerspechte”, o “picchi parete” gru e bulldozer -Mentre tirato giù sezione dopo sezione. Ben presto il muro non c’era più e Berlino fu unito per la prima volta dal 1945. “Solo oggi,” una Berliner vernice spray su un pezzo di muro, “è la guerra davvero finita.”

La riunificazione della Germania Est e Ovest è stato reso ufficiale il 3 ottobre del 1990, quasi un anno dopo la caduta del muro di Berlino.

Banche d’investimento

investment-banking

Ciò che è ‘Investment Banking’

Investment banking è una divisione specifica del settore bancario relativo alla creazione di capitale per altre aziende, i governi e altre entità. Le banche d’investimento sottoscrivono nuovo debito e di capitale per tutti i tipi di società, aiuti nella vendita di titoli, e contribuiscono a facilitare le fusioni e acquisizioni, riorganizzazioni e mestieri di broker per entrambe le istituzioni e investitori privati. Le banche d’investimento forniscono anche una guida per gli emittenti per quanto riguarda l’emissione e il collocamento di magazzino.
SMONTAGGIO ‘Investment Banking’

Molte grandi banche d’investimento sono affiliati con o filiali di istituti bancari più grandi, e molti sono diventati nomi familiari, il più grande è Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan Chase, Bank of America Merrill Lynch e Deutsche Bank. In linea di massima, le banche di investimento assistono in grandi transazioni finanziarie complicate. Questo può includere consigli su quanto una società vale la pena e il modo migliore per strutturare un affare se client del banchiere di investimento sta prendendo in considerazione l’acquisizione, fusione o vendita. Essa può anche includere il rilascio di titoli come mezzo di raccolta di fondi per i gruppi di clienti, e la creazione di documentazione per la Securities and Exchange Commission necessari per una società di andare pubblico.

Le banche d’investimento impiegano banche d’investimento che aiutano le aziende, i governi e altri gruppi pianificare e gestire progetti di grandi dimensioni, risparmiando loro tempo e denaro, soprattutto se il cliente identificando i rischi associati al progetto vuole rinnovare il suo bagno, affidandosi a Arredobagno Padova.

prima che il cliente si muove in avanti. In teoria, i banchieri di investimento sono esperti nel loro campo che hanno il loro dito sul polso del clima investire corrente, così le aziende e le istituzioni si rivolgono a banche di investimento per un consiglio sul modo migliore per pianificare il loro sviluppo, come banchieri di investimento possono adattare le loro raccomandazioni al attuale stato degli affari economici.

In sostanza, le banche di investimento fungono da intermediari tra una società e gli investitori, quando l’azienda vuole emettere azioni o obbligazioni. La banca d’investimento assiste con i prezzi degli strumenti finanziari in modo da massimizzare le entrate e con la navigazione requisiti normativi. Spesso, quando una società detiene la sua offerta pubblica iniziale (IPO), una banca d’investimento comprerà tutto o gran parte delle azioni di tale società direttamente dalla società. Successivamente, come proxy per la holding della IPO, la banca d’investimento venderà le azioni sul mercato. Questo rende le cose molto più facile per l’azienda stessa, in quanto efficace contraggono l’IPO per la banca d’investimento. Inoltre, la banca d’investimento sta per realizzare un profitto, in quanto generalmente prezzo le sue azioni a un margine di profitto dal prezzo inizialmente pagato. Tuttavia, così facendo la banca d’assume anche una notevole quantità di rischio. Anche se gli analisti esperti presso la banca d’investimento usano la loro esperienza di prezzo con precisione lo stock come meglio possono, la banca d’investimento possono perdere denaro per l’affare se si scopre di aver sopravvalutato il titolo, come in questo caso che spesso devono vendere la disponibili per meno di quello che inizialmente pagato per questo.

Ad esempio, supponiamo che di Pete Paints Co., una catena di fornitura di vernici e altro hardware, vuole andare pubblico. Pete, il proprietario, entra in contatto con Jose, un banchiere d’investimento che lavora per una ditta di operazioni bancarie di investimento più grande. Pete e Jose trovare un accordo in cui Jose (per conto della sua ditta) si impegna ad acquistare 100.000 azioni di vernici di Pete per IPO della società al prezzo di $ 24 per azione, un prezzo a cui gli analisti della banca d’investimento sono arrivati dopo un attento esame. La banca d’investimento paga $ 2,4 milioni per i 100.000 azioni e, dopo il deposito della pratiche burocratiche del caso, inizia a vendere il titolo a $ 26 per azione. Tuttavia, la banca d’investimento non è in grado di vendere più del 20% delle azioni a questo prezzo ed è costretto a ridurre il prezzo di $ 23 per azione, al fine di vendere le restanti azioni. Per l’affare IPO con le vernici di Pete, poi, la banca d’investimento ha reso 2,36 milioni di $ [(20.000 x $ 26) + (80.000 x $ 23) = $ 520.000 + $ 1.840.000 = $ 2.360.000]. In altre parole, la ditta di Jose ha perso $ 40,000 sulla affare perché sopravvalutato Paints di Pete.

Le banche d’investimento spesso in concorrenza tra loro per proteggere i progetti IPO, che può costringerli ad aumentare il prezzo che sono disposti a pagare per garantire l’accordo con la società che sta andando pubblico. Se la concorrenza è particolarmente agguerrita, questo portare ad un colpo notevole alla linea di fondo della banca d’investimento. Più spesso, però, non ci sarà più di un titoli di sottoscrizione banca d’investimento in questo modo, piuttosto che uno solo. Anche se questo significa che ogni banca d’investimento ha meno da guadagnare, ma significa anche che ciascuno di essi avrà ridotto rischio.

Ricetta pasta

pasta

fase 1

burro di Pound, aglio, limone e basilico in un mortaio e pestello (o schiacciarle con una forchetta in una ciotola) per combinare bene. Accantonare.
Passo 2

Cuocere la pasta in una grande pentola di acqua bollente salata le istruzioni del pacchetto.
fase 3

Nel frattempo, scaldare l’olio in una grande, profonda padella a fuoco medio. Cuocere pancetta, mescolando, per 4-5 minuti fino a quando comincia a croccante. Rimuovere e scolare su carta assorbente.
fase 4

pan tornare a scaldare e sciogliere metà del burro. Aggiungere i gamberetti e mescolare per 2-3 minuti fino a poco cotti. Scolare la pasta, quindi aggiungere alla padella con pancetta e burro rimasto. Toss, stagione e servire con basilico supplementare.

Prova Audi Q7

audi177

La Audi Q7 è diventato molto popolare, ma deve lavorare sodo per stare in piedi la sua terra, soprattutto quando i rivali sono così grandi da guidare, come la BMW X5 e Porsche Cayenne. Né può l’eccellente nuova Volvo XC90 o elegante Range Rover Sport essere ignorati. In questa azienda, la capacità della Audi di ospitare sette è un importante punto di vendita.

Quando la Q7 precedente è stato rilasciato nel 2005, si è rapidamente è stato riconosciuto come un SUV pratico ma di lusso, anche se alcuni hanno criticato la sua massa enorme e lo stile un po ‘prepotente. L’ultima generazione ha affrontato questi difetti: si tratta di una macchina piuttosto bello e un po ‘più discreto rispetto a prima.

Questa seconda generazione di Q7 è il primo ad abbracciare tecnologia plug-in ibrida. Il modello di e-tron combina un potente motore elettrico da 94kW con 254bhp motore diesel V6 da 3,0 litri di Audi e un cambio automatico a otto rapporti. Il risultato è alcuni molto impressionanti dati principali – il consumo di carburante buono come 156.9mpg ed emissioni di CO2 a partire da 48 grammi per chilometro. Quindi non solo è l’e-tron esenti dalla Congestion Charge di Londra, è anche aliquota zero per la tassa di circolazione.

Tutto questo ha un costo, però. L’e-tron è un rigoroso cinque posti, come i sedili della terza fila sono stati sacrificati per fare spazio per le batterie. E ‘anche intorno a £ 20,000 più costoso del modello entry-level, anche se una situazione simile esiste con le versioni ibrida plug-in di modelli rivali: sia la Volvo XC90 T8 TwinEngine e BMW X5 xDrive40e costano molto di più rispetto ai loro modelli sorella convenzionalmente-a motore . L’economia sostenuto della Audi, però, batte entrambe queste vetture.

L’economia di combustibile è ancora buono per la Q7 regolare, però. I due motori diesel da 3,0 litri a raggiungere 48,7 e 47.9mpg dalle sue versioni 215 e 268bhp rispettivamente, mentre le emissioni di CO2 di 150 e 153g / km significano costi fiscali strada annuali di £ 145 e £ 185.

Le prestazioni sono difficilmente deludervi con qualsiasi Q7. Anche il diesel meno potente vi porterà da 0-62 mph in 7,3 secondi, con il motore 268bhp cadere questa volta di 6,5 secondi. L’ibrida plug-in e-tron è ancora più veloce, sprint da 0-62mph in soli 6,2 secondi, ma fate attenzione che questa operazione consentirà di ridurre le figure di economia headline-grabbing.

Il modello più veloce di gran lunga è il SQ7. Il suo 4.0 litri diesel V8 genera 429bhp con l’aiuto di due turbocompressori, che vengono incrementati di un compressore elettronico innovativo. Questo aiuta a ottenere il turbo a girare più veloce, riducendo il ritardo tra la pressione del pedale e la potenza in arrivo (un fenomeno noto come ‘turbo lag’). Il risultato è un tempo di 0-62mph di soli 4,9 secondi e una velocità massima limitata elettronicamente 155 mph – molto veloce anzi per un SUV di 2,3 tonnellate.

La Audi Q7 è comodo sulla strada, tanto più se si sceglie il sistema di sospensione pneumatica opzionale. Ci si può divertire al volante, anche, con lo sterzo preciso che permette alla vettura di essere posizionato con precisione in curva. manovra a bassa velocità è facilitata dal sistema a quattro ruote sterzanti opzionale, che aggiunge anche stabilità in velocità.

Non c’è il minimo corpo magro in angoli e condizioni stradali scivolose sono trattate in modo sicuro e con fiducia grazie al sistema a quattro ruote motrici lo standard quattro. Viaggiare in Q7 è ancora più rilassante se si opta per il diesel 268bhp, come la sua potenza in più rende il sorpasso senza sforzo.

Non solo il modello SQ7 consegnare la linea retta velocità più, è anche il miglior interprete nelle curve in parte grazie al suo sistema di sospensione intelligente che aiuta a nascondere ingombro e il peso della vettura. Come la maggior parte Audis veloci, lo sterzo è un po ‘insensibile e poco coinvolgente, ma il SQ7 è una vettura molto impressionante comunque.

audiq7

La Q7 è fantastico all’interno. Come ci si potrebbe aspettare, ha sedili in pelle e un touchscreen navigatore satellitare e sistema di infotainment, il tutto presentato in una delle più bello, interni più lussuosi-finiti sul mercato. La consolle centrale è ampia e alta, dando quelli nella parte anteriore la sensazione di essere protetti e bozzolo, mentre c’è l’illuminazione ambientale per migliorare la quiete quando si viaggia di notte. Nel frattempo, è possibile specificare ‘cabina di guida virtuale’ cruscotto di Audi: un grande display personalizzabile che sostituisce quadranti tradizionali.

Immagine 19 di 40

SE e S line sono i due livelli di allestimento disponibili e, in verità, lo standard SE può avere più di abbastanza campane e fischi per la maggior parte degli acquirenti. S line aggiunge plusher in pelle, cerchi in lega più grandi, sedili sportivi, e vari aggiornamenti interni ed esterni, tra cui i fari a LED. Una lunga lista extra consente di personalizzare l’auto con precisione – anche se le opzioni possono essere costose. Il SQ7 ha la più lunga lista di dotazioni di serie di tutti, tra cui climatizzatore a quattro zone.

La promessa di praticità di lusso e la capacità di sette posti rende Q7 attraente per le famiglie. Ci sono enormi quantità di spazio per le gambe e la testa per i sedili della seconda fila, che può scorrere in avanti per offrire più spazio per i passeggeri della terza fila. avvio del Q7 misura 295 litri con i sedili posteriori in posizione; pur non suona enorme, si tratta di una dimensione impressionante per un sette posti. Folding entrambe le righe verso il basso si espande lo spazio di avvio per un cavernoso 770 litri.

Audi ha costruito la sua reputazione su, automobili solide ben progettato, quindi è sorprendente che alcuni proprietari non hanno segnalato la migliore esperienza. Anche se questo Q7 non ha caratterizzato nel nostro ultimo sondaggio sulla soddisfazione dei clienti del driver di potenza, Audi come un marchio sciolta un 21 ° deludente di 32 case automobilistiche.

Non ci sono tali scrupoli circa la sicurezza, grazie a cinque stelle Euro NCAP della Q7, che conferma l’auto come un sicuro, così come veloce ed elegante, modo di trasportare la vostra famiglia.

Storia del Milan

acmilan

I primi sede sono stati istituiti al ‘Fiaschetteria Toscana’ in via Berchet a Milano, nel 1899. Da quel momento in poi la storia gloriosa di Milano è nata come il club ha continuato a scrivere il suo nome nel libro dei record del calcio a diventare, in particolare nel corso negli ultimi 15 anni, uno dei più noti e di successo squadre del mondo.

La storia rossonera è costellata di nomi leggendari di uomini che hanno dato un importante contributo allo sviluppo del club, siano essi presidenti, allenatori o giocatori. Il primo presidente è stato un espatriato britannico, Alfred Edwards, che ha curato il primo titolo del club – a soli due anni dalla sua fondazione. Il presidente con il maggior numero di vittorie è Silvio Berlusconi, che ha preso Milano ai vertici del mondo di gioco da quando ha assunto il controllo nel 1986.

Una grande squadra ha bisogno di un grande allenatore e il Milan ha certamente avuto la loro giusta quota del talento più ricchi in giro. Del calibro di Gipo Viani, Nereo Rocco e Nils Liedholm furono i primi maestri e sono stati seguiti da Arrigo Sacchi e Fabio Capello che ha preso la tattica e la strategia di squadra ad un nuovo livello, che ha segnato gran parte di ciò che possiamo termine come l’approccio moderno al gioco. Lungo la strada, ognuno di loro anche fatto in modo che le loro squadre hanno giocato a calcio spettacolare.

L’avvento della dell’era Berlusconi ha visto Sacchi e Capello poi vincere numerosi trofei. Sacchi ha vinto back to back Coppe dei Campioni con una squadra considerata di essere stato uno dei più grandi squadre nella storia, anche valere un titolo di Serie A, due Super Coppe Intercontinentali ed europei. Capello ha seguito quello con quattro scudetti, una Coppa dei Campioni e una Supercoppa Europea. Alberto Zaccheroni ha mantenuto la ricca tradizione che, come ha guidato la squadra ad un campionato nel suo primo anno prima Fatih Terim ha assunto per un breve periodo e poi passò le redini a Carlo Ancelotti la cui capacità di gestione hanno portato Milano torna al primo posto in Italia e in tutta Europa.
1899/1929

Su 16 dicembre, 1899 Milano Foot-Ball e Cricket Club è costituito ufficialmente, ma la prima volta il nome di Milano è apparso pubblicamente è stato il Lunedi, 18 dicembre a un articolo del quotidiano Gazzetta dello Sport. La sede originali erano inizialmente in Fiaschetteria Toscana di Via Berchet di Milano e Presidente Alfred Ormonde Edwards iscritti la squadra in Federcalcio italiana nel gennaio successivo.

La squadra ha giocato una sola partita durante la loro prima stagione, contro il Torino, e nonostante la sconfitta di Milano alzato il suo primo trofeo, la ‘Medaglia del Re’, presentato dal re Umberto I.

Nel 1900/01, il Milan ha vinto il suo primo titolo nazionale e la seconda Medaglia del Re, che sono andati a vincere di nuovo la stagione successiva. Nel corso degli anni, la squadra di Kiplin aveva diffuso successo e Milano è diventata la squadra più popolare in Lombardia, vincendo il prestigioso ‘Palla Dapples’ per tre stagioni consecutive (1904/05 – 1905/06 – 1906/07), anche se non sono riusciti per fare in-strade nel campionato: il secondo titolo non è riuscito ad arrivare fino alla stagione 1905-1906 e il terzo è stato vinto l’anno successivo.

Il protagonista è stato Louis Van Hege, un grande goleador con una media straordinaria di 1,1 gol a partita. Nella stagione 1914-1915, il campionato è stato fermato prima della fine dell’anno, a causa dello scoppio della prima guerra mondiale, e ha iniziato di nuovo solo nel 1919. Dopo alcuni cambiamenti nella struttura di gestione, Pietro Pirelli è stato nominato il nuovo presidente . Ha ricoperto questo ruolo per quasi vent’anni, durante i quali è stato inaugurato il Siro San.
1929/1949

Il 1920 è un periodo di consolidamento per i rossoneri con la squadra non fare un importante passo avanti in campo.

Il club cambia il suo nome da Milano Football Club a Milano Associazione Sportiva, e dopo una serie di cambiamenti nel top management, Umberto Trabattoni diventa presidente nel 1940. Si tratta di una posizione che manterrà fino al 1954. La squadra attraversa un periodo di alti e bassi, ma di solito finisce la stagione a metà -table e finisce raramente in uno dei primi quattro posti ..

La seconda guerra mondiale mette fine al calcio fino alla stagione 1946-1947, quando il campionato torna con ciascun lato a giocare tra di loro solo una volta. Milano riesce a terminare quarto dietro il grande Torino, Juventus e Modena. Nel corso dei prossimi due stagioni c’è una sorta di rinascita come la squadra finisce in secondo e terzo posto, con il Torino incoronato campioni in entrambe le occasioni.
1949/1955

L’arrivo di Gunnar Nordahl ha segnato l’inizio di una nuova era per una squadra rossonera che ha avuto per troppi anni è stato considerato anche-rans quando si trattava lo scudetto. A parte Nordhal, che è stato capocannoniere del campionato con 35 gol nella campagna 1949-1950, altri due svedesi è entrato nel team: Nils Liedholm e Gunnar Gren. Tutti e tre, insieme con il portiere Buffon, sono stati i rinforzi lato necessario.

Milano ha vinto il suo quarto titolo nella stagione 1950/51 e coronato un anno storico aggiungendo la Coppa Latina.

Successo continuava e Nordahl è stato capocannoniere della lega per tre stagioni consecutive, 1952-1953, 1953-1954 e 1954-1955. Nella sua ultima stagione, il capitano ha portato opportunamente i rossoneri ad un altro titolo.

Nel 1954, Juan Alberto Schiaffino, soprannominato “Pepe”, è stato acquistato dal Penarol ed è diventato uno dei protagonisti della squadra per gli anni a venire.
1955/1960

La stagione 1955-1956 ha visto Milano prendere parte alla prima edizione della Coppa dei Campioni, dove sono stati sconfitti dai futuri vincitori Real Madrid in semifinale, ma ha fatto sollevare la Coppa Latina per la seconda volta quando sono venuti fuori 3-1 contro l’Athletic Bilbao in finale.

Con l’arrivo del nuovo allenatore Gipo Viani di prendere in carico la squadra, il Milan vince lo scudetto nella stagione 1956/57, ma la vera sorpresa della campagna era attaccante Gastone Bean, che ha segnato 17 gol. Un anno dopo, il lato è diventato ancora più competitivo quando Josè Altafini è entrato nel team: il brasiliano ha conquistato i tifosi con le sue abilità e velocità, e, insieme con il “vecchio” capitano Liedholm, Cesare Maldini e “Pepe” Schiaffino, il fantasista indimenticabile a centrocampo, Milano ha vinto il titolo al termine di un testa a testa emozionante con la Fiorentina.

Schiaffino, uno dei pochi giocatori che merita il titolo di campione vero, ha giocato la sua ultima stagione in un Milan che non è riuscito a impostare la campagna di scendere, ma almeno i rossoneri ha superato rivali cittadini Inter 5-3 nel derby primavera, con Altafini segnando quattro gol.
1960/1970

Mentre gli anni precedenti erano stati segnati da giocatori stranieri (Gre-No-Li, Schiaffino-Altafini) aprendo la strada, tra il 1960 e il 1970, i giocatori italiani non sarebbero solo prendere in consegna da protagonisti nella storia del club, ma venuto alla ribalta nel mondo gioco e guadagnare fama a livello internazionale. Dal punto di vista olimpica di Roma 1960 è arrivato giocatori come Trapattoni, Trebbi, Alfieri e Noletti insieme ad un giovane ragazzo di nome Gianni Rivera che ha giocato la sua prima partita per il club quando aveva solo 17 contro Alessandria, la sua squadra precedente, in un 5-3 vincere per il Milan. I rossoneri erano in corsa per il titolo fino al filo, ma due sconfitte nelle ultime due partite, contro il Bari e Fiorentina, ha dato loro solo una macchia runners-up.

ac-milan

Quando Nils Liedholm a sinistra, ‘Paron’ Nereo Rocco è arrivato come il nuovo allenatore di una nuova era, segnata dal successo sia in patria che all’estero. Il primo trofeo è stato lo scudetto nella stagione 1961-62, ma il successo più emozionante e indimenticabile è stata la prima Coppa dei Campioni. La finale contro il Benfica, giocata allo stadio di Wembley il 22 maggio 1963, è stato un match affascinante: Milano ha sollevato la coppa dopo aver sconfitto i portoghesi 2-1 (Altafini ha segnato due gol per il Milan e Eusebio ha segnato per il Benfica). L’immagine iconica del capitano Cesare Maldini alzare la coppa insieme a Nereo Rocco è ancora impresso nella memoria di tutti i tifosi rossoneri.

Milano erano in grado di ripetere il successo in Coppa Intercontinentale, dove Milano ha perso la partita decisiva per 1-0 allo stadio Maracanà contro il Santos. Alla fine della stagione, il presidente Andrea Rizzoli lasciato il club dopo nove anni di grandi successi tra cui quattro scudetti, una Coppa Latina e la prestigiosa Coppa Europa. Egli è ricordato non solo per i suoi successi sportivi, ma anche per stabilire il centro di formazione di Milanello, che sarebbe diventata una risorsa importante nel corso degli anni.

Dopo una serie di stagioni deludenti in cui la squadra ha giocato molto al di sotto del loro potenziale, Milano restituito alla parte superiore della tabella nella stagione 1967-1968, vincendo il titolo di campionato nono e il prestigio del club è cresciuto ulteriormente con la vittoria della Coppa Europa Coppe, il primo nella storia del Milan. Avendo campioni incoronati stati destinati un ritorno alla Coppa dei Campioni nella stagione successiva e la partnership Rivera-Prati acceso lo stile in finale allo stadio Bernabeu, dove hanno sconfitto lato olandese Ajax, che comprendeva un giovane Johan Cruijff, 4-1. Milan portiere Fabio Cudicini aveva già guadagnato il soprannome di ‘Il ragno nero’ seguito le sue imprese a mantenere il Manchester United a bada in semifinale. Il Milan è stato anche finalmente incoronato campioni del mondo dopo la vittoria per 3-0 a San Siro è stata seguita da una sconfitta per 2-0 allo stadio Bombonera di Buenos Aires contro l’Estudiantes. La classe e lo stile di Gianni Rivera guadagnato centrocampo il fantasista il Pallone d’Oro per il calciatore europeo dell’anno nel 1969, guadagnando questo meraviglioso tributo: ‘in un mondo sterile del calcio, Rivera è l’unico a possedere un senso della poesia.’
1970/1985

Uno dei periodi più bui della storia di Milano che ha lasciato il club con poco da festeggiare. L’unico punto luminoso è venuto quando la squadra ha conferito l’onore di indossare ‘Stella’ sul loro maglie dopo aver vinto un titolo nazionale 10 °, nel 1979. Il team ha anche sollevato la Coppa italiano in tre occasioni con una coppa Coppe europee.

I campioni d’Italia sono stati allenati da Nils Liedholm, che ha dato un debutto di un giovane giocatore che avrebbe continuato a capitano lato e diventare uno dei migliori difensori al mondo: Franco Baresi. Il grande Franco giocato la sua prima partita ufficiale per il Milan il 23 aprile 1978 a una vittoria per 2-1 a Verona.

In questi anni ha visto anche numerosi allenatori vanno e vengono e il ritiro del leggendario centrocampo generale Gianni Rivera che si è trasferito a prendere una posizione come club di vice-presidente.

I primi otto anni del 1980 ha visto un calo nelle precedenti standard elevati, con la squadra che gioca due stagioni in Serie B. Tuttavia, non è stato solo cattive notizie, come Paolo Maldini è salito sul palco di calcio quando ha fatto il suo debutto il 20 gennaio 1985 in un pareggio per 1-1 contro l’Udinese. Paolo, naturalmente, avrebbe continuato a seguire le orme di Baresi e capitano il lato di successo sia in patria che all’estero.
1985/2007

Dopo aver raggiunto il successo nelle stagioni precedenti, Nils Liedholm è stato reintegrato come allenatore. Tuttavia, i risultati non sono migliorati sia in campionato o nelle Coppe. Il club era arrivato ad un punto in cui era necessaria una profonda revisione e il 24 marzo del 1986, Silvio Berlusconi è stato nominato presidente il 21 di Milano.

Il nuovo presidente ha deciso di rafforzare radicalmente la squadra e ha preso la decisione di entrare nel mercato di trasferimento. Nella stagione 1986/78, del calibro di Roberto Donadoni, Dario Bonetti, Giuseppe Galderisi, Daniele Massaro e Giovanni Galli sono stati firmati a unirsi stelle inglesi Mark Hateley e Ray Wilkins. Ci vorrebbe il nuovo tempo arrivi a gel ma il Milan è riuscito a qualificarsi per la Coppa UEFA grazie al successo play-off nel corso Sampdoria, con Massaro segnando l’unico gol della partita in tempi supplementari.

La stagione 1978-1989 ha visto l’arrivo di Arrigo Sacchi. Il nuovo allenatore è stato un esponente di marcatura a zona, calcio totale, con pressione e velocità sugli avversari quando hanno avuto il possesso. Insieme con l’arrivo di stelle olandesi Marco van Basten e Ruud Gullit, la squadra sarebbe entrare in una nuova ed eccitante era che avrebbe trasformato il gioco non solo in Italia ma in tutto il mondo. giocatore di squadra giovanile Alessandro Costacurta è stato anche promosso alla prima squadra e Milano scese a trasformare la stagione in uno di quei momenti incredibili. Nonostante alcune sanzioni fuori campo avversi, tra cui la perdita di un incontro per 2-0 contro la Roma a causa di una decisione arbitrale sportivo, la squadra ha combattuto-back ed è andato testa a testa con il Napoli di Diego Maradona nella parte superiore della tabella. Una vittoria per 3-2 allo stadio San Paolo di Napoli il 18 maggio, 1988 diede Milano il suo scudetto 11 e il primo dell’era Berlusconi.

La coppia olandese Gullit e Van Basten sono stati raggiunti da connazionale, Frank Rijkaard per formare un nuovo trio dallo stesso paese tanto quanto Gunnar Nordahl, Nils Liedholm e Gunnar Gren – il ‘Gre-No-Li’ – aveva fatto nel 1950. Da quel momento in poi, è stato un successo dopo. Nella stagione 1988-1989, Milano governata l’Europa, sollevando la Coppa dei Campioni dopo aver sbaragliato la Vitocha, Stella Rossa Belgrado, Werder Brema e poi Real Madrid in semifinale per raggiungere la finale contro la Steaua Bucarest. Oltre 100.000 spettatori riempirono lo stadio Camp Nou di Barcellona per guardare Milano esaurito 4-0 vincitori. Con Sacchi in carica, la squadra ha vinto uno scudetto, due Coppe dei Campioni, due Coppe Intercontinentali, due Supercoppe Europee e una Lega Supercoppa Italiana.

L’ex centrocampista del Milan di Fabio Capello ha sostituito Sacchi all’inizio della stagione 1992/93, ma la squadra ha continuato a dominare sia in patria che all’estero, vincendo quattro scudetti (tre consecutivi), tre campionato italiano Super Coppe, una Coppa dei Campioni (hanno battuto in indimenticabile finale contro favoriti Barcellona) e una Supercoppa europea.

Il periodo tra il 1986 e il 1996 è stato senza dubbio il periodo più prolifico, non solo in termini di numero di trofei vinti, ma nelle ottime prestazioni e stile emozionante di gioco. “The Immortals” e “The Invincibili”, come venivano chiamati, ha preso il gioco a nuovi livelli, ma fine degli anni ’90 non erano così positivi come l’inizio del decennio era stato. Il club alternato tra una serie di allenatori (Tabarez, poi Sacchi e Capello di nuovo), ma con l’arrivo di Alberto Zaccheroni nel 1999, Milano ha vinto il titolo di campionato 16 ° nella stessa stagione come centenario del club.

Il periodo tra il 1986 e il 1996 è stato senza dubbio il periodo più prolifico, non solo in termini di numero di trofei vinti, ma nelle ottime prestazioni e stile emozionante di gioco. “The Immortals” e “The Invincibili”, come venivano chiamati, ha preso il gioco a nuovi livelli, ma fine degli anni ’90 non erano così positivi come l’inizio del decennio era stato. Il club alternato tra una serie di allenatori (Tabarez, poi Sacchi e Capello di nuovo), ma con l’arrivo di Alberto Zaccheroni nel 1999, Milano ha vinto il titolo di campionato 16 ° nella stessa stagione come centenario del club.

Il resto della storia di Milano, ci porta fino al periodo attuale, con Carlo Ancelotti prendendo il posto di Fatih Terim, e coincide con la squadra vincere la Champions League nel 2003, quando sconfissero italiano rivaleggia con la Juventus in finale. Milano anche sollevato la Coppa italiana e la Supercoppa Europea nello stesso anno.

Il titolo di campionato tornato alla sede di via Turati del club alla fine della stagione 2003/04 per quello che era il tempo di 17 ° e la squadra ha iniziato la stagione successiva vincendo la Supercoppa Italiana League il 21 agosto Tuttavia, la stagione 2004/05 è stato quello di lasciare un sapore amaro in bocca, e nonostante alcune ottime prestazioni, il team è stato in grado di raggiungere le altezze della campagna precedente. La stagione 2006/2007, invece è stata una delle eccellente lavoro in termini di sforzo, il coraggio e il successo sul campo. Milano è stata data poca probabilità dopo la penalizzazione consegnato dai giudici sportivi, all’inizio della stagione, ma i giocatori e staff tecnico ‘tirato su le maniche’ per trasformare gli eventi in giro in modo sorprendente. I giocatori sono stati richiamati a partire dalle loro vacanze estive, con alcuni di loro che hanno appena vinto la Coppa del Mondo. La squadra ha raccolto a Milanello, unita e determinata, e si è qualificato per la fase a gironi della Champions League grazie alla vittoria a due gambe su Stella Rossa nel turno preliminare. Milano anche iniziato bene in campionato, ma ha pagato per la loro mancanza di preparazione pre-campionato come l’anno ha portato sopra. Tuttavia, alcuni di formazione warm-tempo a Malta durante la pausa invernale rivitalizzato la squadra. i giocatori di Carlo Ancelotti erano in ottima forma andando in fasi finali della stagione, come hanno centrato i loro obiettivi sul quarto posto in campionato e la Champions League. Con il quarto posto assicurato, la finale di Atene ha confermato la forza di carattere della squadra in quanto ha superato l’ingiustizia, l’invidia e la sfortuna è stato costretto a sopportare.

Uno degli ultimi trofei conquistati è la Supercoppa Europea vinta il 31 agosto 2007 a Montecarlo nella finale giocato contro Siviglia, il detentore del titolo Coppa Uefa: una partita giocata senza entusiasmo a causa della morte prematura del giocatore andaluso Antonio Puerta. Tuttavia, un altro appuntamento importante è previsto per i rossoneri nella stagione 2007/2008: la difficile trasferta in Giappone per vincere la Coppa del Mondo per club FIFA, il più prestigioso trofeo intercontinentale un club può a lungo per. Milano ha lasciato l’Italia per Yokohama pronto ad affrontare questa sfida ennesima con una motivazione in più: vincere il trofeo significherebbe diventare il maggior successo Club in tutto il mondo con il maggior numero di trofei internazionali vinti e quindi battendo argentini del Boca Juniors. Dopo aver vinto la semifinale contro Urawa Red Diamonds gli uomini di Ancelotti hanno iniziato concentrato e determinato il pareggio finale contro il Boca. Il “derby del mondo” è stato messo in scena: le prestazioni dei rossoneri era praticamente perfetto, decisamente spettacolare e il risultato finale, 4-2 per loro, incoronato Milano come il Club più titolato al mondo. La città di Milano e tutti i fan del Milan ha festeggiato insieme con i giocatori questo prestigioso traguardo raggiunto grazie alla forza di un gruppo fantastico capace di offrire momenti molto speciali.

Nel corso degli ultime stagioni i rossoneri, quattro volte semifinalista della massima competizione europea in cinque anni, hanno certamente si riaffermato come protagonisti gli scenari nazionali e internazionali, e sono pronti per nuove conquiste sostenuti dall’entusiasmo del loro numerosi I fan in Italia e all’estero, e di tradizione più 100 anni di emozioni e successi.

Dopo la partenza di Leonardo, i rossoneri sono state rilevate da allenatore Massimiliano Allegri, che per la stagione 2010/2011 ha avuto una squadra all-star a fare affidamento su grazie ai nuovi acquisti Ibrahimovic e Robinho nel mese di agosto 2010 e Cassano, Van Bommel e Emanuelson in gennaio 2011. Con questi nuovi volti rafforzare la squadra, l’allenatore ha preso Milano al 18 titolo italiano League del club e 6 ° Supercoppa italiana.

Dopo due stagioni e mezzo che comprendeva un secondo posto-up Serie A e un terzo posto, Massimiliano Allegri è stato sostituito da Clarence Seedorf come allenatore del Milan nel gennaio 2014, con l’ex centrocampista rossonero guidare la squadra al sesto posto entro la fine della campagna 2013/14.

Filippo Inzaghi, che aveva già scritto il suo nome nella storia rossonera come giocatore e poi allenatore della squadra giovanile, si appresta a prendere in carico la prima squadra per la stagione 2014/15.

Space shuttle

space-shuttle

In primo luogo chiamato STA-099, Challenger è stato costruito per servire come un veicolo di prova per il programma Space Shuttle. Ma nonostante i suoi inizi Terra-bound, STA-099 era destinata per lo spazio.

Orbiter Challenger in Terra orbitIn alla fine del 1970, la NASA si è sforzato per un orbiter peso più leggero, ma un veicolo di prova era necessaria per garantire la cellula più leggera in grado di gestire lo stress del volo spaziale. Software all’epoca non era ancora abbastanza avanzata di prevedere con precisione come le nuove, design ottimizzato della STA-099 avrebbe risposto al calore intenso e stress. La soluzione migliore era di sottoporre il veicolo ad un anno di intensa vibrazione e test termici, realizzando la struttura in ferro esterna con l’aiuto e la supervisione di fabbro Padova.

Challenger è visto in un contesto mozzafiato di acqua blu e nuvole bianche in questa foto, scattata da una fotocamera a bordo dello Shuttle Pallet satellitare durante la missione STS-7. Credit: NASA

Nei primi mesi del 1979, la NASA ha assegnato Space Shuttle Orbiter produttore Rockwell un contratto per convertire STA-099 ad un orbiter spazio-rated, OV-099. la conversione del veicolo è iniziata tardi quello stesso anno. Anche se il lavoro è stato più facile di quanto non lo sarebbe stata quella di convertire il primo orbiter della NASA, Enterprise, è stato un processo importante che ha coinvolto lo smontaggio e la sostituzione di molte parti e componenti.

Il secondo orbiter per unirsi della NASA flotta Space Shuttle, OV-099 è arrivato al Kennedy Space Center della NASA in Florida nel luglio 1982, che porta il nome “Challenger”.

Space Shuttle Orbiter Challenger è stato chiamato dopo la nave di ricerca navale britannica HMS Challenger che ha navigato gli oceani Atlantico e Pacifico durante gli anni 1870. Il modulo lunare Apollo 17 anche portato il nome di Challenger. Come i suoi predecessori storici, Challenger e ai suoi equipaggi reso contributi scientifici significativi nello spirito di esplorazione.

Challenger ha lanciato il suo viaggio inaugurale, STS-6, il 4 aprile 1983. La missione ha visto la prima passeggiata spaziale del programma Space Shuttle, così come la distribuzione del primo satellite della costellazione di monitoraggio e sistema di relè dati. L’orbiter ha lanciato la prima donna americana, Sally Ride, nello spazio il missione STS-7 ed è stato il primo a portare due astronauti femminili statunitensi in missione STS-41-G.

Lancio dello Space Shuttle ChallengerImage a destra: Space Shuttle Challenger salta dalla rampa di lancio per iniziare la missione STS-41-C. Credit: NASA

Il primo orbiter a lanciare e atterrare di notte sulla missione STS-8, Challenger ha anche fatto il primo atterraggio dello Space Shuttle al Kennedy Space Center, concludendo la missione STS-41-B. Spacelabs 2 e 3 hanno volato a bordo della nave in missione STS-51-F e STS-51-B, così come il primo tedesco dedicato Spacelab STS 61-A. Una serie di esperimenti scientifici e le implementazioni satellitari sono state eseguite durante le missioni di Challenger.

Il servizio di Challenger al programma spaziale degli Stati Uniti si è conclusa in tragedia il 28 gennaio, 1986. A soli 73 secondi dall’inizio della missione STS-51-L, un fallimento di richiamo ha causato un’esplosione che ha provocato la perdita di sette astronauti, così come il veicolo.

La perdita di Challenger non metta in ombra la sua eredità nella storia piani della NASA. Le scoperte fatte sulle sue numerose missioni di successo continuano a migliorare l’umanità in volo spaziale e nella vita sulla Terra.

Marte

marte

Marte è un pianeta. E ‘il quarto pianeta dal sole. E ‘il prossimo pianeta oltre la Terra. Marte è più di 142 milioni di miglia dal sole. Il pianeta è circa un sesto delle dimensioni della Terra. Marte è conosciuto come il pianeta rosso. Ottiene il suo colore rosso del ferro nel suo terreno. Marte ha due piccole lune. I loro nomi sono Phobos e Deimos.

Qual è Marte come?
Marte è molto freddo. La temperatura media su Marte è meno 80 gradi Fahrenheit – strada sotto lo zero!

Marte è rocciosa con canyon, vulcani e crateri tutto su di esso. polvere rossa copre quasi tutto di Marte. Ha nuvole e vento, proprio come fa la Terra. A volte il vento soffia la polvere rossa in una tempesta di polvere. tempeste di polvere molto piccole possono apparire come tornado, e quelle di grandi dimensioni in grado di coprire tutto il pianeta!

Mars ha circa un terzo della gravità terrestre. Una roccia è sceso su Marte sarebbe caduta più lenta di una roccia caduto sulla Terra. Le cose pesano meno su Marte che pesano sulla Terra. Una persona che pesa 100 libbre sulla Terra peserebbe solo circa 37 chili su Marte a causa della minore gravità.

Ciò che è venuto a conoscenza della NASA Mars?
La NASA ha utilizzato sia spacecr a poppa e robot per saperne di più su Marte. Nel 1965, Mariner 4 è stato il primo veicolo spaziale NASA per ottenere uno sguardo da vicino al pianeta. Nel 1976, Viking 1 e Viking 2 sono stati il primo veicolo spaziale NASA ad atterrare su Marte. Hanno preso le immagini e esplorato la superficie del pianeta. Da allora, più astronavi hanno volato vicino o sbarcati su Marte. Il veicolo spaziale NASA ha i serramenti realizzati con cura da Serramenti Padova.

della NASA Spirit e Opportunity rover atterrato su Marte nel gennaio 2004. Hanno trovato la prova che l’acqua scorreva su Marte. Gli esseri viventi hanno bisogno di acqua per sopravvivere. Quindi, qualsiasi segno di acqua su Marte vorrebbe dire che ci potrebbe essere, o avrebbe potuto essere, la vita sul pianeta.

Come viene NASA esplorazione di Marte oggi?
Oggi, tre veicoli spaziali stanno circondando sopra, o in orbita, Marte. La sonda utilizzano strumenti scientifici per misurare l’vulcani, canyon, crateri, la temperatura e il tipo di minerali su Marte. Inoltre stanno prendendo le immagini e la ricerca di acqua.

Due robot che si muovono, chiamati rover, stanno esplorando la superficie di Marte ‘. I loro nomi sono opportunità e curiosità. I rover viaggiano intorno a scattare foto e guardare da vicino il suolo e le rocce del pianeta. La NASA utilizza le immagini e le informazioni del veicolo spaziale e dei rover per saperne di più su Marte.

Come Will NASA Esplorare Marte nel futuro?
La NASA prevede di inviare più robot su Marte. La NASA vuole robot per raccogliere un giorno suolo marziano e rocce e riportarli sulla Terra per essere studiato. La sonda orbitante Mars MAVEN iniziata nel settembre 2014. MAVEN studia l’atmosfera di Marte ‘. La NASA prevede di inviare un lander su Marte nel 2016. E un nuovo rover su Marte è previsto per il lancio nel 2020.

La NASA vuole anche inviare astronauti su Marte un giorno. Per prepararsi per inviare uomini su Marte, la NASA sta studiando nuovi tipi di case in cui gli astronauti possono vivere. Gli scienziati stanno studiando come le persone nello spazio potrebbero crescere le piante per il cibo. Osservando ciò che accade per gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale, gli scienziati stanno scoprendo come vivere nello spazio colpisce l’uomo.

Home

rerer

  • Stampa
  • Email

Impronte a Bruxelles

Impronte di dinosauri a Holyoke, Massachusetts, Stati Uniti d’America è una prenotazione deserto 8 acri (3 ha) acquistati per il pubblico nel 1935 dagli amministratori di prenotazioni. La prenotazione è attualmente gestito con l’assistenza da parte del Dipartimento del Massachusetts di Conservazione e ricreazione (DCR). Le risorse fossili e vegetali sul adiacente Holyoke Elettrica e il Gas (HG & E) di proprietà lungofiume sono gestite in modo cooperativo da parte degli Amministratori, Mass DCR, e HG & E.
le impronte in fila, come i dinosauri camminavano

Le tracce di dinosauri in questo sito sono stati tra i primi ad essere scientificamente descritto nel 1836, [1] e sono ancora visibili ai visitatori. Centinaia di tracce, che sono state fatte da ben quattro tipi distinti di dinosauri a due zampe, sono presenti nelle affioramenti di arenaria. Ulteriori fossili che sono stati trovati sul posto o nelle vicinanze includono tane invertebrati, pesci e piante (compresi i log charcoalified e foglie). L’orientamento parallelo di molti dei trackways di dinosauro è stata tra le prime linee di prove utilizzate per sostenere la nuova teoria che i dinosauri viaggiato in confezioni o gruppi.

fdafsdfsfs